Club Spider Alfa Romeo

 

Alfa Spider

 

  

SOSTITUZIONE OLIO MOTORE

Piccole regole per il "fai da te"

 

 



Risparmiare sull’olio motore non è un buon affare.
Un buon consiglio è quello di impiegare un buon olio sintetico ma soprattutto sempre lo stesso, specie nei rabbocchi.
Sul mercato ci sono tante offerte. Il migliore è senz'altro SELENIA 20 K FOR ALFA ROMEO che potete acquistare presso i ricambi Alfa-Fiat ed è il lubrificante dedicato ai motori aggressivi che necessitano un'extra protezione per la totale sicurezza di una guida sportiva. Si risparmia con Agip Sint evolution 5W-40 l’ultima e la migliore realizzazione dell’Agip, migliorando il proprio olio al top della gamma Agip Sint 2000 che ho usato da sempre, scendere ancora di qualità non è affatto un affare, l'immediato risparmio potrebbe rigirarsi in una spesa ben maggiore.
In commercio ci sono lattine da un litro e contenitori da 4 litri (la quantità giusta per il cambio olio) leggermente più economiche. Le confezioni da bidoni lasciateli ai meccanici.


 

http://www.flselenia.com

http://www.agip.eni.it

In commercio ci sono anche olii ad alte prestazioni adatti per competizioni ma sono inutilmente costosi per l’impiego normale anche perché sono ideati per durare la lunghezza di una gara e devono quindi essere sostituiti frequentemente.

Gli olii "normali" citati possono essere sostituiti (motori a benzina) ad intervalli molto superiori a quelli consigliati in passato. I tagliandi previsti oggi dall’Alfa Romeo sono ogni 20.000 km senza alcun intervento di sostituzione di olio nell’intervallo ma solo di verifica e di rabbocco. In caso di uso prevalentemente sportivo o gravoso potete diminuire l’intervallo.
Non aspettate oltre, perché l’olio usato oltre a diminuire le qualità si trascina dietro tutte le impurità raccolte nei 20.000 km e di colpo può non essere più efficiente. Tenere sotto controllo la pressione olio è sempre opportuno, se avete lo strumento segnatevi il valore raggiunto, con motore caldo, al minimo dei giri, ad olio nuovo. Quando, alle stesse condizioni, la pressione risulta 0.5 bar inferiore è segno che è giunto il momento di sostituire l’olio anche anticipando la scadenza. Durante la misura è importante che il motore sia caldo perché a freddo l’olio è molto denso e raggiunge subito la massima pressione concessa dal limitatore.

Filtro olio
Alcuni patiti sostengono che non è salutare risparmiare nemmeno sul filtro dell’olio e disdegnano filtri non originali. Presso il concessionario Alfa Romeo si può acquistare un filtro olio originale con meno di 20 euro (per il 2.0 TS codice 71736159) , al supermercato si possono trovare filtri alla metà di quel prezzo. Con l’occasione acquistate anche una nuova guarnizione per il tappo di spurgo (per il 2.0 TS cod. 55196309) . La cosa da evitare assolutamente è il cercare di risparmiare sull’intero filtro e continuare ad adoperare quello vecchio. SI DEVE SOSTITUIRE IL FILTRO.

Attrezzatura

  • Chiave svita-filtro

  • Chiave a brucola del 10

  • Imbuto (serve ... serve)

  • Stracci.


Si possono trovare chiavi a catena svita filtro anche al supermercato a soli 5 euro ma aspettatevi che siano poco resistenti. E’ uno strumento quasi indispensabile che vi risparmia ogni maledizione perché il filtro non è in una posizione agevole e le incrostazioni possono averlo bloccato. Manovra assolutamente  da evitare è  bucare il filtro e trapassarlo con un cacciavite per poter far leva. Rischiate di rovinare la filettatura del perno centrale e, se poi non riuscite a levare il filtro .. dovete chiamare il carro attrezzi 

 

Sostituzione dell’olio “fai da te”
Sostituire l’olio motore della propria vettura è un’operazione semplice alla portata di chiunque. La sostituzione “fai da te” permette un piccolo risparmio sia di manodopera sia sul prezzo dell’olio. E’ necessario però un luogo privato e non avere paura di sporcarsi le mani (potete sempre usare i guanti).

Alzare la macchina
Il GTV/Spider è molto basso ed è necessario un ponte, una buca di ispezione, o sollevare la macchina. Non operate sotto la macchina tenuta alzata solo dal crik, ma procuratevi dei cavalletti, si possono trovare anche a poco prezzo visto che sono a bassa tecnologia in quanto devono solo resistere ad una forza verticale. Il crik fornito dalla casa può cedere sotto il peso della macchina perché è sufficiente che si sfili la vite senza fine (a me è successo).

Vi prego non usate mattoni! Il mattone in terracotta ha la peculiarità di rimanere rigido fino al raggiungimento del punto di rottura, raggiunto il quale si sbriciola in un attimo. Il GTV/Spider pesa una tonnellata e mezza ed è sufficiente a sbriciolare qualsiasi mattone.

Recupero olio esausto
Molto importante è il recupero dell’olio vecchio. E’ necessario dotarsi di una bacinella con i bordi bassi, io uso una vecchia tanica sdraiata con un lato tagliato via. L’olio vecchio è inquinante e non deve essere buttato, mettetelo nel contenitore (ormai vuoto) dell’olio appena sostituito e portato presso un distributore di benzina o un’officina in cui sia attivo il servizio di smaltimento. Informatevi prima. A volte per l’imbarazzo di spiegare perché si è sostituito l’olio da soli si rinuncia al “fai da te”. Io porto l'olio esausto al porto dove c’è un servizio gratuito per lo smaltimento olio delle barche. Se non avete idee chiamate il Consorzio Obbligatorio Oli Usati 800 863048 vi danno ogni informazione  http://www.coou.it



Pulizia interna del motore
Già che ci siamo procediamo ad una bella pulizia. E’ molto probabile che, con auto nuova, i primi tagliandi si facciano fare in concessionaria. Si arriva a cambiare l’olio da soli quando ormai l’auto ha macinato parecchi chilometri. Con i tagliandi regolari si sono già cambiate candele e cinghie e il cambio olio dei 120.000 km è l'ideale per il "fai-da-te". In queste condizioni effettuare una pulizia del motore è cosa buona e giusta.

Auto Plus 2024
serve per la pulizia del circuito lubrificante perché scioglie morchie ed incrostazioni all'interno del circuito di lubrificazione. Libera le fasce elastiche da residui e polveri, pulisce punterie idrauliche e guida valvole ed elimina residui di condensa.
L’impiego è semplice, basta seguire le avvertenze: si versa il flacone monodose nell'olio vecchio a motore caldo. Si impiega l’auto senza condizioni gravose per una mezz’oretta (o la si tiene in moto), si procede subito dopo alla sostituzione dell’olio e del filtro.
E’ importante inserire Auto Plus solo poco prima il cambio olio. http://www.ilmiomotore.com/shop/info_listino/A2024/index.html

Sostituzione dell’olio
La sostituzione va eseguita a motore solo leggermente caldo per assicurare una buona fluidità dell’olio da estrarre ma evitare pericoli di scottature. Lasciate raffreddare l’auto o, con motore freddo, tenete in moto per due minuti al minimo. A motore tiepido si procede:

  • Con mani ancora pulite ... controllate sul libretto manutenzione la quantità giusta di olio necessaria per un cambio olio con sostituzione filtro. (mai fidarsi delle notizie apprese su internet ed è meglio sempre controllare)
  • Sollevate la macchina
  • Posizionate la bacinella sotto la coppa
  • Aprire il cofano e svitare il tappo di rabbocco olio (nota 1)
  • Sfilare l’asta di ispezione
  • Sotto la macchina svitate il tappo di spurgo con una chiave a brucola del 10. Se il tappo vi cade dentro la bacinella non cercate di recuperarlo adesso mentre sta colando l’olio.
  • Si lascia scolare l’olio (dentro la bacinella) per circa 10 minuti
  • Smontare il filtro olio con l’apposito strumento. 
  • Lasciare colare l’olio dal foro filettato del filtro e poi pulire
  • Inumidire la guarnizione del filtro nuovo con dell’olio nuovo ed avvitarlo a mano. La forza che imprimete con la semplice mano è quella giusta di fissaggio.
  • Riavvitare il tappo di spurgo con la nuova guarnizione e stringerlo con la chiave
  • Versare il nuovo olio dentro il foro di rabbocco sulla sommità del motore servendosi di un imbuto.
  • Riavvitare il tappo di rabbocco
  • Attendere qualche minuto e controllare il livello con l’astina. Se il livello non è a metà fra il minimo e il massimo domandatevi cosa non avete fatto e ricontrollate mentalmente ogni operazione.
  • Se tutto ok accendete il motore al minimo, la spia rossa dell’olio si deve spegnere dopo qualche secondo.
  • Fate girare al minimo per due minuti e poi spegnete.
  • Controllate sotto l’auto che non ci siano trafilamenti dal tappo di spurgo e dal filtro olio
  • Togliete la bacinella e riempite il contenitore vuoto dell’olio appena usato con l’olio vecchio.
  • Pulite e mettetelo nel bagagliaio pronto ad essere consegnati allo smaltimento
  • Levate i sostegni e fate un giro dell’isolato (o del paese) senza strafare.
  • Fate l’ultimo controllo del livello dell’olio con l’astina, se scarso rabboccate,
  •  Annotate sulla apposita targhetta autoadesiva i chilometri e la marca dell’olio nuovo, incollatela a lato del vano motore in un punto non caldo. Chiudete il cofano e non pensateci più per i prossimi 4.000 km.
  • Ogni 4000 km, o prima di un lungo viaggio, è opportuno controllare il livello dell'olio tramite l'apposita astina e rabboccare tanto basta per ripristinare il livello a metà fra il minimo e il massimo. (nota 1)

Motori puliti esternamente
Un motore sano è un motore pulito non sporco d’olio. I punti in cui l’olio può trafilare esternamente sono molteplici ma se ci sono perdite esterne bisogna intervenire subito e ripristinare l’efficienza delle guarnizioni. Immaginate il corpo umano, è naturale che dentro vi scorra il sangue ma bisogna subito intervenire se c’è del sangue esternamente.

Additivi

Ci sono in commercio molti additivi che vengono pubblicizzati e consigliati per migliorare le qualità dell’olio, male non fanno ma attenzione a non prendere troppo medicine.
I migliori oli (quelli citati) hanno già in se le corrette composizioni per ottenere il meglio delle qualità. Mi rendo conto che pubblicizzando solo alcuni prodotti ed omettendo tutti gli altri faccio una precisa azione di marketing, ma, il mio è solo un consiglio gratuito, con la voglia  di semplificare le cose e non di fare inutili e dispersivi elenchi dei mille prodotti che ci sono in commercio, e quindi ne consiglio uno solo.

Motori con tanti chilometri
Con il tempo, è normale che un motore consumi più olio. Le fasce raschia olio dei pistoni non sono più efficienti per incrostamenti, rigature delle canne, e per usura delle stesse fasce. Parte dell’olio finisce nella camera di scoppio, bruciando rovina la combustione, sporca tutto e quindi viene espulso con i gas di scarico.
Con motori con tanti chilometri (140.000 km) è opportuno dare un aiutino alla mancata efficienza. Non è facile trovare la voglia di spendere su un'auto non più nuova per tenerla in efficienza, ma, se si considera il risparmio poi realizzato sui consumi, il trattamento qui consigliato diventa conveniente, tanto più che deve essere eseguito una volta sola. Quando il motore ha 140000 km  un aiutino fa sempre bene.

Il Ceramic Power Liquid
è un trattamento per motori a benzina (GPL e gas metano). Il prodotto, usato in aggiunta ad un olio sintetico, è formato da una miscela di vari tipi di ceramiche in forma polverosa di grandezza di 0,2 micron. Il peso di questa miscela e’ pari a quello dell’olio full-sintetico per rimanere in sospensione nell’olio di base. Si introduce nel motore al cambio dell’olio insieme all'olio nuovo, le particelle di ceramica si annidano nei punti critici del metallo consumato e, sotto l’effetto di sfregamenti e del calore, si fondono creando uno strato protettivo. La protezione rimane attiva per 100.000 KM
Il trattamento riduce in modo visibile i consumi di carburante e di olio, abbassa le emissioni dei gas di scarico e ripristina la potenza del motore. http://www.ceramicpowerliquid.com/prodotti/prod1.htm

 

 

 

 

 

Nota 1

Sotto il tappo di rabbocco non devono comparire schiume. La presenza di qualsiasi sostanza che non sia olio (più o meno sporco) indica un problema. In genere la presenza di sostanze schiumose rileva una infiltrazione di acqua e immaginate voi l'urgenza di procedere. Fate controllare l'auto da un meccanico che molto probabilmente diagnosticherà  la sostituzione della guarnizione della testata.

Svitando il tappo di rabbocco non deve esserci pressione. Se aprendo il tappo sentite uno sfiato significa che è otturato lo sfogo dell'aria. Dalla sommità del coperchio degli assi a camme, dopo un opportuno labirinto che lascia passare solo l'aria, parte un tubo che sfiata nel condotto di aspirazione pre farfalla (c'è in tutte le macchine). L'intasamento di questo tubo potrebbe significare che c'è un grande sfiato che trascina anche olio e morchie che intasano. Il problema non è sta nell'intasamento ma in quello che l'ha provocato. Probabilmente parte dei gas della combustine nella camera di scoppio riesce a trafilare lungo il cilindro e a finire nella coppa olio mettendola in pressione.

Empiricamente si può fare un test di tenuta dei cilindri. Con fasce, cilindri e blocco motore in perfetta efficienza non c'è il minimo sfiato verso il basso e la coppa olio non è in pressione. Se non avete timore di schizzi d'olio caldo, provate ad aprire il tappo di rabbocco olio, a motore acceso al minimo, l'assenza di sfiati è il sintomo della efficienza del vostro motore.

Controllate anche che l'astina di ispezione abbia la sua guarnizione, è un piccolo ring che costa pochi centesimi. I fumi d'olio a motore molto caldo è bene che non sfiatino da qui.

Per ogni altra informazione

scrivete a info@spideralfaromeo.it

 

 

 

 

 

home
home page