Club Spider Alfa Romeo

 

 

La storia della spider

 

      ALFA ROMEO DISCOVOLANTE

1952   

Carrozzeria Touring Superleggera

 

   

Il Museo dell'Alfa Romeo di Arese espone una Discovolante e dichiara le seguenti caratteristiche

  • ANNO DI COSTRUZIONE: 1952
  • MOTORE: 4 cilindri in linea, monoblocco in lega leggera - canne in ghisa, smontabili
  • CILINDRATA: cmc 1997,
  • POTENZA: CV 158 a 6500 giri/min
  • VELOCITÀ MAX: 220-225 Km/h
  • ESEMPLARI : 3 (uno coupè)
  • COMMENTO :Un'auto "spaziale".
    Tra le proposte stilistiche più originali della 1900 la "Disco Volante", il profilatissimo spider studiato dalla Touring per partecipare a gare della Categoria Sport. Il suo nome deriva un po' dalla fantascienza, un po' dalla descrizione dei primi UFO che in questi anni popolano l'immaginario collettivo. Ma è anche un modo per indicare un'auto insolita, uno spider basso e dalle forme tondeggianti che, in effetti, ha molto a che fare con l'eperienza del progetto aeronautico, fondamentale per Alfa Romeo. La carrozzeria a forma convessa lenticolare viene depositata come "Modello ornamentale" per le sue caratteristiche aerodinamiche, che servono a realizzare le migliori doti di penetrazione anche in presenza di vento laterale. Realizzata in altri due diversi tipi di carrozzeria, la vettura rimane allo stato sperimentale. Tre gli esemplari.

 

Anche il Museo dell'Automobile di Torino espone una Discovolante e dichiara le seguenti caratteristiche:

  • ANNO DI COSTRUZIONE: 1952  

  • MOTORE: 6 cilindri

  • CILINDRATA: 3495

  • POTENZA: 246 CV a 6500 giri/min.

  • VELOCITA' MAX: 225 km/h

  • Peso: 760 kg

  • ESEMPLARI : modello unico

  • COMMENTO: Vettura sportiva costruita in esemplare unico, con un’inedita carrozzeria, dovuta alla Touring di Milano, assai caratteristica per il profilo biconvesso e la forma appiattita che ricorda l’ala di un aereo. In base a questo prototipo sperimentale, l’Alfa Romeo realizzò più tardi una decina di esemplari da competizione con motori da due, tre e tre litri e mezzo. Una di queste vetture, una 6 C 3000 CM , guidata da Juan Manuel Fangio, arrivò seconda assoluta alla Mille Miglia del 1953

 

 

 

 

 

 

home
home page