Club Spider Alfa Romeo

 

 

La storia della spider

 

ALFA ROMEO 6C 2500

1939 - 1953

 

  

 

 

Nel 1939 fu prodotta la 6C 2500 derivata dalla 6C 2300 con un aumento di cilindrata, questa vettura è destinata a rappresentare il passaggio da prima a dopo la seconda guerra mondiale.
Nel 1939 l'arte costruttiva rispecchia ancora il sistema tradizionale con telaio costituito da longheroni e traverse su cui saldare la carrozzeria monoblocco. Tuttavia questa vettura parte con un nuovo assetto su ruote indipendenti e con un sistema a parallelogrammi. Sull’avantreno ammortizzatori telescopici idraulici e molle , nel retrotreno ammortizzatori con le barre di torsione .
Fu proposta con diversi passi (come da tradizione):

  • un passo lungo di 3,25 m adatto per le per le berline
  • un passo di 3 metri per i modelli detti Sport e Gran Turismo
  • un passo corto di 2,70 m esclusivo per le Super Sport.

Nell'immediato anteguerra Touring fu la carrozzeria più prolifica, per lasciare lo scettro a Pininfarina nel dopoguerra
Su questa vettura si assiste all'evoluzione radicale della carrozzeria dove i primi modelli partono con i parafanghi staccati dalla carrozzeria, per diventare corpo unico ma ancora evidenti e separati da predellini,  per finire con la fiancata lineare e dritta senza rigonfiamenti in corrispondenza delle ruote (o meglio senza restringimenti in corrispondenza dell'abitacolo!)
Dal 1946 fu prodotta la 6C 2500 seconda serie fino al 1953, affidando a questa macchina la ripresa della fabbrica.

Iscritta come "1939 Alfa Romeo 6C 2500 Super Sport Corsa Spider"

1939 6c 2500 Touring

Motore 6 cilindri in linea
Cilindrata 2443 cm³
Potenza 90 - 100 - 110 CV a 4.600 - 4.800 giri/min.
Alimentazione 3 carburatori orizzontali mono-corpo Weber (ma ci fu anche il primo motore ad iniezione)
Trasmissione 4 rapporti, frizione monodisco a secco
Telaio monoblocco, con traverse e longheroni saldati. Ruote indipendenti, molle elicoidali e ammortizzatori. Barre di torsione sull’asse posteriore. Freni a tamburo a comando idraulico.
Velocità massima 157 - 165 km/h (le più performanti erano quelle anteguerra)
   

 

home
home page