Club Spider Alfa Romeo

 

 

La storia della spider

 

 

ALFA ROMEO 158

1938

Luigi Fagioli su 158

 Luigi Fagioli ripetutamente sul podio nel  Campionato Mondiale di F1 del 1950

 

   

Chiamata col diminutivo Alfetta per la cilindrata di soli 1500cc viene costruita nel 1938 e subito si afferma vincitrice nelle gare di quel anno (Coppa Acerbo, Coppa Ciano, GP Milano). Rimasta nascosta durante la guerra continua la sua  gloria nel primo dopoguerra vincendo il campionato mondiale nelle prime due edizioni del Campionato Mondiale di F1 del 1950 e 1951 (con la nuova versione 159), dove erano ammesse cilindrate fino a 4500 aspirato ma solo 1500 con compressore

 

 

 

Nuovo motore monoblocco di 8 cilindri in linea cilindrata totale di 1479 cc,  alesaggio 58, corsa 70, cilindrata unitaria 185 cc, sovralimentazione che porṭ gli iniziali 180 cv a 350 cv.  Telaio a longheroni tubolari, cambio a 4 marce, retrotreno a ruote indipendenti, sospensione a balestra trasversale unica che blocca fortemente il rollio.

 

Nino Farina su 158

NINO FARINA campione del mondo nel 1950 su Alfa Romeo 158

 

Manuel Fangio su 158

Manuel Fangio vincitore del GP di Monaco e del GP del Belgio del 1950 su Alfa Romeo 158

 

 

 

home
home page